La fiamma di gas e ossigeno agisce colpendo ad alte temperature la superficie da trattare, che subisce uno shock termico a circa 600 ° c.

Questo effetto combinato con il raffreddamento mediante acqua, provoca uno spacco termico di quarzo e silicio, mettendo in risalto la struttura e il colore del materiale trattato conferendo al marmo, granito, quarziti e porfidi una superficie ruvida e particolarmente resistente agli agenti atmosferici (neve e gelo).

Ideale per pavimentazioni esterne.

fiammatura2

fiammatura2
Immagine 2 di 5